LA SPESA DEL MESE

Home

Con il mese di maggio e la sua esplosione di colori e profumi, siamo nel pieno della stagione primaverile. Le giornate finalmente più calde si allungano e facendo la spesa al mercato i banchi della frutta e della verdura si riempiono di alimenti succosi, nutrienti ma allo stesso tempo freschi e strabordanti d'acqua, grazie ai quali possiamo disintossicarci dalle tossine accumulate durante l'inverno, combattere la ritenzione idrica e fare una bella scorpacciata di vitamna C. E allora per gli amanti della dieta mediterranea molto ricca di frutta e verdura per questo mese potrete fare il pieno di fresche e nutrienti primizie.

VERDURA

Piselli

zucca

Con il tasso più alto in assoluto tra i legumi di proteine, i piselli verdi e freschi sono ricchi di vitamina B1 e vitamina A; ma nache di fosforo, potassio, sodio, magnesio e ferro. Usati come contorno o anche per condire i primi piatti oltre ad essere estremamente gustosi una volta cotti danno un buon senso di sazietà e ci aiutano a depurare il nostro organismo.

Patate novelle

patate

Ricchissime di fibre le patate novelle, dalla buccia liscia e tenera, si raccolgono soprattutto in questo mese e rispetto alla patata a lunga conservazione, sono più ricche di selenio e vitamina C. Diuretica e depurativa, è saziante, energetica, meno calorica delle patate classiche, oltre ad essere una valida alleata naturale contro dolori di stomaco e gastriti. Buon sostituto di pane e pasta, ottimo rimedio contro la malnutrizione, contro la nausea gravidica, è antitumorale, prevenendo l'insorgenza di tumori al colon, allo stomaco e al fegato; ha un'azione leggermente sedativa pertanto concilia il sonno e calma la tosse nervoso; contrasta l'ipertensione. Ad alto contenuto di acqua e potassio queste patate vanno conservate in un luogo fresco e asciutto. 

Asparagi

rapa

Gli asparagi sono uno scrigno di nutrienti benefici, tra i quali possiamo trovare fibre vegetali, acido folico e vitamine, con particolare riferimento alla vitamina A, alla vitamina C e alla vitamina E. Grazie al potente effetto diuretico, questa pianta aiuta a mitigare i calcoli renali, i reumatismi e l'accumulo di liquido nei tessuti. Inoltre ha un effetto calmante nei confronti dell'eczema, che aiuta a regredire. Tra i suoi componenti ci sono l'asparagina (un aminoacido che aiuta la sintesi proteica), il manganese e il fosforo; inoltre contiene calcio, magnesio, potassio e una piccola quantità di calcio. Le diverse varietà di asparagi esistenti in natura hanno una prima differenziazione tra quelli selvatici e quelli coltivati. Tra quelli coltivati, e quindi reperibili al mercato, distinguiamo tre principali varietà: il bianco, il violetto e il classico asparago verde. L'asparago bianco germoglia interamente sotto terra e quindi, in assenza di luce, non si colora; inoltre assume il suo caretteristico sapore delicato. Gli asparagi più utilizzati in cucina sono quelli verdi e bianchi. Per essere sicuri di aver scelto i prodotti migliori, gli steli dovrebbero essere duri, flessibili, resistenti alla rottura, più o meno dello stesso spessore. Al momento dell'acquisto e prima della cottura, le punte dovrebbero essere ancora chiuse; se non dovete cucinarlo subito, mettete il gambo in acqua, in modo che la base resti umida.

Agretti 

topinam

O meglio chiamati "Barba del frate", gli agretti non sono altro che le piantine giovani della Salsola soda, una pianta di origine mediterranea. Molto diffusi nella cucina italiana, gli agretti, possono essere consumati cotti al vapore o lessati e poi conditi anche semplicemente con olio, aglio, sale e limone. Ricchissimi di potassio, calcio e vitamine C e B3, queste saporite piantine, sono particolarmente depurative, diuretiche e rimineralizzanti. Proprio grazie a tali proprietà, in questa stagione sarebbe opportuno consumarli regolarmente..

FRUTTA

Fragole

kiwi

La fragola è un frutto solare, simbolo della primavera: la stagione della luce che ritorna dopo il buio invernale. Gustose e dall'interno rosso cominceremo a trovare delle dolcissime fragole soprattutto dalla seconda metà di aprile. Molto ricche di vitamine e in particolare di vitamina C, il contenuto di vitamina C delle fragole (cinque fragole contengono una quantità di vitamina C pari a quella di un'arancia) favorisce l'assorbimento del ferro, utile per la formazione dei globuli rossi e per i muscoli. Questi frutti contengono xilitolo, una sostanza che previene la formazione della placca dentale e uccide i germi responsabili dell'alitosi. Le fragole sono state inserite tra i "super cibi" che mantengono giovani per il contenuto record di sostanze antiossidanti benefiche per la salute. Alcune ricerche hanno dimostrato che, grazie al loro contenuto di acido folico, le fragole sono utili per il mantenimento della memoria. Le fragole attivano il metabolismo e contrastano la cellulite, insomma sono un vero elisir di giovinezza!

Nespole

ccastagne

Le nespole sono i primi frutti che la primavera ci dona. Sono costituite soprattutto da acqua, contengono inoltre minime quantità di carboidrati, grassi, proteine e fibre vegetali: 100 grammi di nespole forniscono all'organismo solamente 28 calorie. Le nespole contengono vitamina A, vitamne del gruppo B e sali minerali. Alle nespole vengono riconosciute proprietà diuretiche ed astringenti. Sono ritenute utili per la regolarizzazione delle funzioni intestinali, in particolar modo in caso di diarrea e dissenteria consumando il frutto non ancora maturo. Al contrario, ai frutti maturi vengono attribuite proprietà lassative. Sono inoltre un blando antipiretico, la loro assunzione potrebbe dunque risultare utile in caso di febbre. Presentano inoltre un buon contenuto di vitamina C ed un ottimo potere saziante. Tale caratteristica, insieme al loro scarso apporto calorico, le rendono utili come alimento da assumere all'interno di un regime dietetico dimagrante.
Ottime per preparare dolcissime e nutrienti confetture per la prima colazione.

Ciliegie

ccastagne

Dal colore rosso intenso con la sua polpa zuccherina, la ciliegia che inizia a maturare proprio verso la fine di maggio è uno dei frutti più apprezzati di questa stagione. Oltre ad essere degli antidolorifici naturali per combattere le infiammazioni alle articolazioni, le ciliegie contengono una discereta quantità di vitamina A e C. Questo frutto così dolce e particolare, visto che si raccoglie a grappolo, è particolarmente dissetante durante la stagione calda in quanto contiene molti sali minerali ma allo stesso tempo ha proprietà diuretiche, lassative e per finire depurative.