LA SPESA DEL MESE

Home

L'estate sta finendo... e per tutti coloro che soffrono il caldo e l'afa, sarà un sollievo vedere e sentire arrivare finalmente un pò di fresco con il mese di settembre, che non ci porterà solo delle assolate e non troppo calde giornate, ma anche della gustosa frutta e verdura pronta per essere colta. Settembre è il mese in cui bisogna approfittare della varietà di frutta e verdura ancora disponibile per "fare scorte per l'inverno" e allora cosa aspettate a cimentarvi nella salsa di pomodoro fatta in casa o nella preparazione di golose conserve biologiche per una sana colazione o squisite torte casalinghe?
Per quanto riguarda le verdure, settembre è in buona parte la copia di agosto; ossia il mese giusto per le patate e per i pomodori da sugo. Ma anche per il classico tridente zucchine-melanzane-peperoni; si possono raccogliere gli ultimi fagiolini, ma si fanno avanti prepotentemente anche i finocchi e i cavolfiori, prima avanguardia delle schiere di cavoli e broccoli che arriveranno sulle nostre tavole da ottobre. Tra la frutta si ha ancora tutta o quasi la ricchezza dell'estate, con i sapori dell'autunno che iniziano a farsi avanti in maniera prepotente dopo i primi segnali già visti a metà agosto. A cominciare dall'uva, passando per le ultime pesche e prugne, fino ad arrivare ai gustosissimi fichi neri (i dolci settembrini) e ai fichi d'India siciliani.

VERDURA

Fagiolini

f

Tegoline, fagioli mangiatutto o cornetti, come li chiamate i fagiolini? Ogni regione usa un proprio nomignolo, ma la sostanza non cambia: questi legumi, di cui si mangia tutto il baccello, sono un vero toccasana per l'organismo. Tra le numerose vitamine che essi contengono ce n'è una che farà davvero la differenza se soffrite di stress: la vitamina B6 che, oltre ad essere coinvolta in moltissime reazioni metaboliche importanti, è anche uno dei fattori responsabili della produzione di serotonina. L'effetto di inserire nella dieta anche i fagiolini  si esplica dunque proprio in termini di benessere: favorisce il sonno, diminuisce gli stati di affaticamento e persino i malumori. Anche i fagiolini sono ricchi di antiossidanti naturali, e il più importante, inutile dirlo, è il beta-carotene. Preziosissimo per contrastare l'insorgere dei radicali liberi, è bene farlo arrivare intatto nel piatto; ecco perché una veloce cottura a vapore si rivela perfetta per mantenere inalterate le sue proprietà. Il beta-carotene, nel suo percorso nel nostro organismo, va a braccetto con il manganese; che cosa hanno in comune? L'influenza sul sistema immunitario, che entrambi si impegnano a mantenere in salute tutto l'arco della vita, e il contributo al corretto sviluppo dei tessuti corporei; ecco perché i fagiolini fanno bene anche alla pelle. Insomma, pur essendo i fratelli minori di fagioli e piselli, non hanno proprio nulla da invidiargli: nonostante contengano meno proteine rispetto agli altri, si contraddistinguono per un pieno di vitamine e sali minerali e un gusto apprezzato tanto dagli adulti quanto dai bambini. se siete soliti consumare dei fagiolini "mangiatutto"  a baccello verde, che sono poi quelli comuni sappiate che esistono anche nella varietà gialla oppure viola, anche se quest'ultima sfumatura poi sparisce durante la cottura. 

Carote

c

Fonte per eccellenza di vitamina A, necessaria per la salute in genere ma nello specifico per la pelle, la vista e la crescita, le carote sono disponibili in tutti i periodi dell'anno, ma quelle di campo si raccolgono per lo più alla fine della stagione estiva. Dal basso apporto calorico, sono perfette come spuntino per saziare la fame, oltretutto sono facilmente digeribili. Ideali per un soffice soffritto, le carote sono l'ingrediente perfetto per tante ricette dal primo al dessert. Però mangiate crude come antipasto con un filo d'olio, questo ortaggio potrà mantenere tutte le sue proprietà nutritive.

Pomodori

patate

Rossi e tondi, come si fa a non tenerli pronti nel frigorifero per ogni occorrenza? In insalata, da soli conditi con un pò di olio extravergine, come condimento cotti o crudi per una vera pasta al pomodoro; questi ricchi frutti dell'estate sono anche molto preziosi se utilizzati come contenitori per preparare dei succulenti pomodori ripieni con il cous-cous o con il riso. E che dire di una fresca panzanella con il basilico da gustare dopo una lunga giornata al mare? Per non parlare della classica salsa fatta in casa... Ricchi di vitamine idrosolubili, il loro ingrediente principale è l'acqua. Privi di calorie, i pomodori hanno un buon contenuto di minerali, sono dunque leggeri, dissetanti e disintossicanti.

E ancora nel vostro cesto delle verdure per questo mese potete mettere: barbabietole, fagioli, cetrioli, rapanelli, patate novelle, sedano, piselli, zucchine, melanzane, peperoni, lattuga, basilico .

FRUTTA

Lamponi

l

Dolci, succosi e dal colore rosso intenso i lamponi fanno parte della famiglia  delle rosacee. Grazie all'elevato contenuto di ferro, di antiossidanti, di acido ellagico (che è un anti-cancerogeno) e di vitamina C, i lamponi oltre ad essere molto nutrienti, sono dei perfetti alleati contro l'invecchiamento. Dal sapore delicato, questo particolare frutto può essere consumato in qualsiasi momento della giornata: per una nutriente colazione una tazza di lamponi con una semplice spolverata di zucchero oppure spalmati su una fetta di pane integrale sotto forma di deliziosa marmellata. E perchè non inserirli in una macedonia di fine estate oppure farsi coccolare da un dolce a base di lamponi?.

Pere

nes

Tra le più note troviamo: pera Abate, la più conosciuta, dalla forma allungata e dal colore verde/giallo con sfumature color arancio, sapore aromatico e consistenza granulosa; pera Decana, dalla tonalità spiccatamente verde/aragosta e più arrotondata, dolce ma leggermente acidula e compatta; pera Kaiser, di color marrone ruggine più o meno uniforme, dolce e saporita; pera William, leggermente tondeggiante e panciuta nella parte inferiore; pera Cotogna, simile ad un limone, sia per forma che per colorazione, infatti è giallognola con venature rossastre sparse.
La pera apporta numerosi benefici al nostro organismo, infatti ha un elevato potere energizzante, dovuto alla presenza di zuccheri e delle vitamine B1 e B2, che favoriscono il recupero delle forze (questa proprietà risulta particolarmente efficace al termine della stagione estiva quando, in conseguenza delle temperature elevate, è necessario recuperare vitalità ed energia). Il glucosio presente aiuta a contrastare la calura, ristabilendo una normale temperatura corporea. La pera sostiene la funzionalità intestinale, non solo grazie alla presenza di fibre, ma anche della lignina, una proteina che previene l'insorgenza di tumori al colon. Grazie al contenuto di vitamina A, la pera è utile nel contrastare l'invecchiamento della pelle e proteggere gli occhi, migliorando la vista. Uno degli zuccheri presenti nella pera, il levulosio, aiuta a ridurre l'iperglicemia in quanto contribuisce ad elimnare gli zuccheri in eccesso nel sangue. La pera è un frutto particolarmente indicato nelle diete dimagranti, innanzitutto per il contenuto di fibra, che ha un effetto saziante, ma anche per la presenza di potassio e abbondante acqua, che favorisono la diuresi, contrastando efficacemente la ritenzione idrica. Il buon contenuto di acido folico rende la pera un frutto altamente consigliato in gravidanza (tranne nei casi di diabete gestazionale).

Fichi

cili

Come spuntino di metà mattina, i fichi grazie alla loro consistenza e al dolcissimo sapore ci danno la giusta carica per affrontare le lunghe giornate di agosto. Tecnicamente frutto unico, in realtà il fico contiene mille piccoli frutti considerati generalmente semi. Dalle moltissime varietà, i fichi più comuni sono però quelli a buccia verde o nera. Molto ricco di sali minerali, questo frutto è però uno dei più dolci con il suo elevato contenuto calorico (74 Kcal per 100 grammi). Dall'effetto lassativo se consumati in abbondanza, il fico è una buona fonte di potassio, di ferro, di fibre e di vitamine (A, B e C).

Uva

u

Dal sapore zuccherino, bianca, rossa o rosata, l'uva è finalmente pronta per essere gustata. Dalle tante proprietà antiossidanti, questo dolcissimo frutto sotto forma di chicchi, sembra venirci in aiuto contro lo stress dal rientro delle vacanze, grazie al suo elevato contenuto di vitamine amiche del sonno come la vitamina B6, che aiuta a rilassare i nervi e combattere l'insonnia; ma anche grazie al contenuto di vitamine A e C, che migliorano la circolazione assicurando uno stato di benessere generale. E' indicata in caso di anemia  e di affaticamento, di artrite, vene varicose, iperazotemia, malattie della pelle; ha proprietà antivirali, grazie al contenuto di acido tannico e di fenolo. Chi soffre di disturbi digestivi, dovrebbe mangiare gli acini d'uva senza la buccia e i semi, deve essere consumata con moderazione in caso di diabete e di obesità per il suo elevato contenuto di zuccheri.
Una curiosità. L'uva passa, detta anche uvetta, è l'uva essiccata mediante esposizione al sole (o ai getti di aria calda): è particolarmente ricca di zuccheri, e quindi molto più calorica dell'uva fresca; inoltre è ricca di calcio, ferro, fosforo, potassio e vitamina A. L'uva passa è utile in caso di magrezza, anemia, bronchite e laringite (sotto forma di decotto preparato con 2 cucchiaini di uvetta per una tazza di acqua in ebollizione e lasciata riposare per qualche minuto).

E ancora nel vostro cesto potete mettere: mela annurca, fichi d'India, more, mirtilli, pesche, prugne, kiwi.